STARTUP - SAVE THE SEA

Sensibilizzare le persone a non gettare rifiuti nel mare, organizziamo giornate di raccolta plastica nelle immersioni, coinvolgendo centri Diving, comuni e enti portuali. Presentazioni nelle scuole elementari e medie per la biodiversità e l'impatto della plastica nel mondo sommerso.

Natuur & milieu

Created by :

Daniel Wieser

Location:

Castel Mella, Italia

€ 0
102 day(s) left

Support this fundraiser by connecting a new fundraiser to it. All donations will be assigned to the top level fundraiser.

SAVE THE SEA


Ogni anno circa 100 milioni di tonnellate di plastica vengono disperse in Natura.

Un ACCORDO GLOBALE tra i Paesi delle Nazioni Unite è l'unico strumento che può fermare l'inquinamento da plastica.

A marzo del 2019 i leader mondiali si sono riuniti per la Quarta Assemblea delle Nazioni Unite sull'Ambiente ma, ancora una volta, non hanno definito impegni concreti e significativi per fermare la dispersione di plastica in mare. 

Il Trattato Globale è indispensabile: fino a che i Paesi delle Nazioni Unite non definiranno obiettivi nazionali vincolanti per salvare i nostri mari, la nostra azione di pressione non si deve fermare!

Ogni anno, la plastica soffoca i nostri oceani e provoca la morte di migliaia di specie animali. Insieme, però, possiamo fermare tutto questo.


“Save the Sea” vuole impegnarsi attivamente a salvaguardare i mari italiani e non solo. Impegnarsi significa creare un certificato di qualità “ambientale”. Una certificazione in senso lato, per valorizzare le strutture che ne vogliono far parte. Il tutto è legato a dei progetti di marketing, pubblicitari. Coinvolge le varie strutture che operano nel settore subacqueo (centri diving, scuole di immersioni, associazioni, porti ecc.).

Ma non ci fermiamo qui. Anche produttori di articoli plastici (piatti, posate ecc.) che si impegnano a cambiare la materia prima dei loro prodotti. Un passaggio importantissimo, a prodotti biodegradabili e non più plastica nelle sue varie forme e composizione. Il progetto è molto ambizioso, ma non impossibile. 

Inoltre proseguiamo con il progetto “SCUOLE”, una presentazione nelle scuole elementari/medie della fauna e flora marina, la biodiversità e l’impatto devastante della plastica in questo ambiente così fragile.


La MAGIA della nostra idea


  • Creare un CERTIFICATO AMBIENTALE
  • Coinvolgere più persone possibili in questo progetto. Sfruttiamo ogni risorsa a disposizione: Internet, social media, riviste, cartelloni ecc.
  • Campagne marketing/pubblicitarie “provocanti” e “d’effetto". Bisogna rendersi conto cosa sta succedendo ai nostri mari, cosa sarà lasciato in eredità ai nostri figli e nipoti. Facciamo vedere attraverso fotografie e video quella che è la realtà.
  • Progetto “Scuola” di Stefano Scortegagna, presentazioni nelle scuole italiane per far conoscere la fauna e flora marina ai più piccoli e sensibilizzarli nel rispetto di questo ambiente.
  • Valorizzare chi si impegna attivamente
  • Coinvolgere più strutture possibili, enti e amministrazione pubblica.
  • Avere partner, sponsor e finanziatori importanti del settore (contatti già esistenti)
  • Idee concrete (già esistenti) da mettere in opera, impegno costante, serietà e sopratutto la passione e volontà di cambiare qualcosa, di dare il nostro contributo per la fauna e flora marina.